ja_mageia

 
  • Decrease font size
  • Default font size
  • Increase font size
INDICI GENETICI

UNA INNOVAZIONE TARGATA HAFLINGER

Gli indici genetici rappresentano uno strumento moderno importantissimo per lo schema di selezione della razza.
Il primo indice genetico messo a disposizione degli Allevatori del Cavallo Haflinger è stato l'Indice Genetico per l'Altezza al Garrese (I.G.H.) introdotto in fase sperimentale già nel 1990 e pubblicato per la prima volta nel 1991. Dal 1996, invece, anche grazie alla rilevazione lineare effettuata da ben sei anni con la Scheda di valutazione morfologica lineare, sono a disposizione degli Allevatori gli indici morfologici per la Tipicità, per l'Armonia, per lo Sviluppo, per le Andature, oltre ad un Indice sintesi di tutti questi chiamato Indice di Merito Totale (I.M.T.).

A suo tempo l'I.G.H. è stata una vera innovazione nel campo equino, ben presto imitata da altre Associazioni di Razza. Questo primo indice ha avuto un ruolo fondamentale nel miglioramento della popolazione Haflinger italiana, essendo nel 1990 esigenza prioritaria l'innalzamento dell'altezza al garrese; inoltre questo indice, che è stato computato su una misura rilevata su tutti i riproduttori iscritti al Libro Genealogico (BLUP Animal Model), ha avuto il grande merito di introdurre gli Allevatori di cavalli nel mondo degli strumenti della moderna genetica.

L'Indice di Merito Totale e gli altri indici parziali vengono calcolati annualmente alla fine del mese di Ottobre, al termine delle rassegne autunnali eprima della Mostra Nazionale di LG.

Nell'ultima elaborazione (Ottobre 2009) sono state analizzate le informazioni rilevate oltre 50.000 schede anagrafiche e più di 10.000 schede di rilevamento morfologico.

Gli Indici Genetici del Cavallo Haflinger vengono elaborati da A.N.C.R.HA.I. a cura dell'Ufficio Studi dell'A.N.A.F.I. della Dr.ssa Antonia Bianca Samoré, che è anche componente della Commissione Tecnica centrale (CTC).

Annualmente l'Associazione pubblica gli Indici Genetici dei riproduttori Haflinger viventi in Italia in un volume chiamato "Haflindex",  che ogni allevatore può richiedere ad A.N.C.R.HA.I. (la richiesta può essere fatta per telefono, fax o e-mail) a:

A.N.A.C.R.HA.I.
Viale Lavagnini, 4
50129 Firenze
Tel. 055 4627295
Fax 0554628717

This e-mail address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it

Nella Sezione Indici Genetici sono riportati i files che compongono la pubblicazione e che sono scaricabili facilmente.

Questa diffusione delle più recenti informazioni genetiche rappresenta un'importante servizio di ANACRHAI, per offire agli allevatori la possibilità di poter impostare al meglio gli accoppiamenti delle loro fattrici. Quindi, è consigliabile sempre e per tutti gli allevatori che studino gli accoppiamenti annuali avendo presenti i riscontri morfologici, genetici e di consaguineità, in modo da fare le scelte di stalloni con lemigliori probabilità di riuscita. L'Allevatore Haflinger in Italia dispone pertanto di informazioni molto complete che sono il più importante servizio tecnico messo loro a disposizione dal Libro genealogico e che sono guardate con etremo interesse anche all'estero.
Di seguito veine riportata una breve relazione illustrativa sul metodo di calcolo/stima degli indici genetici per aiutare ulteriormente gli allevatori nella comprensione di questo importantissimo strumento tecnico a loro disposizione.

L'INDICE GENETICO

L'indice genetico è una stima del vero valore genetico di un animale per un determinato carattere. La misura tal quale di un carattere, per esempio l'altezza al garrese, dipende infatti da una componente genetica, trasmissibile alla discendenza, e da una componente ambientale, che non può essere trasmessa e che può essere modificata nel tempo. Tra i fattori ambientali si ricordi per esempio l'effetto dell'alimentazione, della gestione aziendale che dipendono soltanto dall'abilità dell'allevatore e non da una capacità intrinseca e trasmissibile dell'animale.

Il calcolo di indici genetici ha l'obiettivo di separare la componente genetica da quella ambientale in modo da fornire una classifica dei migliori animali in base al loro valore genetico.

ANIMAL MODEL

Il modello utilizzato nel calcolo degli Indici Genetici del Cavallo Haflinger è un modello "BLUP-Animal Model". Un modello "BLUP" (Best Linear Unbiased Prediction) è il metodo di calcolo che garantisce la massima probabilità di valutare e mettere in graduatoria correttamente gli animali. E' detto poi "Animal Model" perché si valutano contemporaneamente stalloni e fattrici e si considerano tutte le informazioni di parentela conosciute, collegando le misure rilevate su animali diversi in base al grado di parentela.

OBIETTIVO DI SELEZIONE DELLA RAZZA HAFLINGER

La selezione della razza equina Haflinger in Italia è orientata verso la produzione di un cavallo con i caratteri tipici della razza, docile di carattere, con andature corrette e morfologia adatta ad un utilizzo come cavallo da sella per il tempo libero.

CARATTERI VALUTATI

Al momento dell'iscrizione al Libro Genealogico, tutti i cavalli di razza Haflinger, sono valutati con una apposita  Scheda di valutazione morfologica lineare, che assegna ad ognuna delle 5 voci (tipicità, armonia, sviluppo, passo e trotto) una qualifica che può variare da "insufficiente" a "ottimo".

Gli Indici Genetici sono relativi alla misura in centimetri dell'altezza al garrese e alle qualifiche di tipicità, armonia e andature/passo/trotto.

TRASFORMAZIONE DEI CARATTERI

Prima della valutazione genetica, i giudizi (ottimo, molto buono, buono, ... ecc.) vengono trasformati in numeri utilizzando una tecnica che tiene conto della frequenza delle osservazioni nelle diverse classi.

I valori assegnati hanno in media 50 punti, un minimo di 0 e un massimo di 100 punti. Gli indici genetici sono quindi calcolati utilizzando questi numeri e il loro valore esprime una deviazione in punti dalla base genetica, cioè dal gruppo di animali di riferimento.

EREDITABILITÀ E CORRELAZIONI

L'ereditabilità è una misura di quanto della misura osservata dipende dal valore genetico. I cinque caratteri valutati sono caratterizzati da diverse ereditabilità. Per esempio l'altezza al garrese ha un'ereditabilità molto alta, pari al 79% e questo indica che il 79% dei centimetri che si misurano sull'animale dipende dal suo genotipo e solo il 21% dipende dall'ambiente in cui il cavallo è cresciuto.

Inoltre i cinque caratteri analizzati non sono indipendenti tra loro ma sono legati da un certo grado di correlazione. Se due caratteri, per esempio l'armonia e la tipicità, hanno una correlazione genetica positiva questo valore indica che all'aumentare di uno aumenta anche l'altro. In questo esempio specifico indica che cavalli geneticamente più alti presentano mediamente i caratteri tipici della razza.

Le correlazioni genetiche esprimono una misura del legame, a livello genetico, tra due caratteri. Le correlazioni fenotipiche indicano un legame tra le misure osservate, legame che può dipendere dal genotipo o dalla situazione ambientale. La tabella seguente riporta i valori di ereditabilità (sulla diagonale) e le correlazioni genetiche (sopra la diagonale) e fenotipiche (sotto la diagonale).

  Altezza Tipicità Armonia Andature
Altezza 0,79 0,72 0,81 0,76
Tipicità 0,46 0,30 0,93 0,85
Armonia 0,51 0,64 0,36 0,92
Andature 0,41 0,44 0,50 0,26

MODELLO MULTIPLE-TRAIT

Per tenere conto delle correlazioni genetiche e fenotipiche tra i caratteri il modello utilizzato per la valutazione genetica è un modello Multiple-Trait, che tradotto letteralmente significa a più caratteri. Questo metodo permette infatti di tenere conto del legame esistente tra i vari caratteri. Per esempio indica che nel calcolo dell'indice per l'altezza si è tenuto conto delle informazioni disponibili per l'altezza, per la tipicità, per l'armonia e per le andature. Questo porta a due vantaggi principali: gli indici genetici sono più accurati e possono essere aggregati tra loro in un unico indice genetico detto IMT, indice di merito totale.

IMT - INDICE DI MERITO TOTALE

I quattro indici genetici, stimati con il modello Multiple-Trait sono stati quindi aggregati in un unico indice, detto indice di merito totale (IMT), pesando opportunamente i singoli indici secondo i pesi riportati nella tabella seguente.

  Altezza Tipicità Armonia Andature
Enfasi relative
0 2 2 6


I pesi assegnati ai quattro caratteri non sono uguali e questo indica che nella selezione si vuole assegnare un'importanza diversa alle diverse voci. L'altezza al garrese, oggetto di selezione in particolare negli '90, ha un peso nullo in quanto negli ultimi anni l'A.N.A.C.R.HA.I ha raggiunto ampiamente l'obbiettivo dell'innalzamento del livello medio del garrese nel cavallo Haflinger. Alte e positive correlazioni genetiche indicano che selezionando per gli altri caratteri indirettamente si seleziona anche per l'altezza al garrese.

Uguale peso è assegnato a tipicità e armonia (2). Entrambi questi caratteri sono considerati importanti in un cavallo Haflinger di valore. Maggior peso (6) è assegnato alle andature. Si ritiene infatti che, al fine di produrre un cavallo adatto alla sella, sia necessario puntare verso andature e appiombi corretti e che, data l'attuale situazione della razza, questo sia uno dei caratteri più importanti da selezionare in questo momento.

FATTORI CONSIDERATI NELLA VALUTAZIONE

I fattori ambientali inclusi nel modello di analisi sono l'allevamento e l'anno di nascita, l'ispettore e l'anno di valutazione. Inoltre l'altezza al garrese in centimetri è stata pre-corretta per l'effetto relativo all'età alla misurazione in base alla curva di crescita attesa in un cavallo di razza Haflinger.

BASE GENETICA

Gli indici sino al 2009 sono espressi rispetto a una base genetica, costituita dalla media degli indici genetici delle fattrici nate tra il 1980 e il 1984. DALL'ELABORAZIONE DELL'AUTUNNO 2010 SARA' INVECE INTRODOTTA LA NUOVA BASE GENETICA COSTITUITA DALLA MEDIA DEGLI INDICI GENETICI DELLE FATTRICI NATE DAL 1991 AL 1995. LA CTC HA INOLTRE STABILITO CHE LA BASE GENETICA VENGA AGGIORNATA OGNI 5 ANNI. PER CUI NEL 2015 SARA' CONSIDERATA LA MEDIA DEL VALORE GENETICO DELLE FATTRICI NATE DAL 1996 AL 2000 E COSI' VIA NEL TEMPO.
Gli indici genetici rappresentano quindi una differenza tra il valore genetico dell'animale e la base genetica. Se per esempio un cavallo ha un indice di merito totale pari a +5,1, questo valore indica che il cavallo è geneticamente migliore di 5,1 punti rispetto al gruppo delle fattrici nate tra il 1980 e il 1984. Se l'indice fosse negativo indicherebbe che il cavallo ha un valore genetico peggiore rispetto al gruppo di animali della base genetica.

COEFFICIENTE DI DETERMINAZIONE

Il coefficiente di determinazione è una misura della precisione con cui l'indice è calcolato. Questa misura è tanto più elevata quanto più estese sono le informazioni che contribuiscono all'indice genetico del soggetto. Il coefficiente di determinazione dipende inoltre dai valori di ereditabilità e dalle correlazioni con gli altri caratteri. Per esempio, a parità di informazioni, l'altezza al garrese ha un coefficiente di determinazione maggiore, rispetto alle andature in quanto l'ereditabilità dell'altezza è molto maggiore.

Gli indici genetici sono calcolati utilizzando le qualifiche rilevate sulla Scheda di valutazione morfologica lineare. Questo tipo di valutazione è stato introdotto solo nel 1990. I soggetti che non hanno le qualifiche, in quanto valutati prima dell'introduzione della nuova scheda di valutazione, ricevono comunque un indice genetico, basato sulle qualifiche dei loro parenti. Il coefficiente di determinazione di questi cavalli è quindi minore rispetto ai soggetti con la valutazione morfologica lineare. Nelle tabelle degli Indici, la colonna identificata come L/M indica se il cavallo è stato valutato con la scheda lineare (L) oppure se la qualifica riportata è riferita alla vecchia scheda morfologica a punti (M). Se un allevatore ritiene di avere in allevamento soggetti di pregio, non ancora valutati con la scheda morfologica lineare, oppure se vuole che l'indice genetico della sua fattrice sia calcolato con una maggior precisione, cioè con un maggior coefficiente di determinazione, può richiedere il ripunteggio della fattrice. Tutte le nuove valutazione vengono infatti eseguite utilizzando la scheda di valutazione morfologica lineare.

RANK

Ogni indice genetico è associato al suo coefficiente di deteminazione, e al suo rank. Rank è una parola inglese che significa "ordine". Indica cioè in che posizione si trova il cavallo rispetto alla classifica ordinando soggetti in base all'indice genetico dal migliore al peggiore indice. Se, per esempio, un cavallo ha il rank per l'altezza al garrese pari a 50, significa che ordinando tutti i cavalli di quella lista in base all'indice genetico per l'altezza al garrese, partendo dall'indice più alto, questo cavallo si posizionerà in 50ª posizione.

COME USARE GLI INDICI GENETICI

Gli Indici Genetici a disposizione degli Allevatori di Cavalli Haflinger, sono:

IMT Indice di Merito Totale
ITP
Indice per la Tipicità
IAR
Indice per l'Armonia
IHT
Indice per l'Altezza
IAI
Indice per le Andature


Ogni allevatore può quindi compiere le proprie scelte selettive scegliendo i migliori stalloni per IMT da accoppiare con le proprie fattrici oppure scegliendo in base a uno dei quattro indici singoli in ragione di particolari esigenze per compensare le migliorare le caratteristiche specifiche delle sue fattrici.